20. ottobre 2020
Siamo diventati tutti immagine, abbiamo messo da parte i corpi, ci vediamo nei rettangoli generati dalle webcam. Proiettati in una realtà che non viviamo dal collo in giù, apparentemente lanciati ma immobili sugli stalli delle nostre tane. Quasi un'altra vita, parallela, a latere delle nostre esistenze dalle gambe bloccate nella stasi dell'attesa. In attesa di non incontrarci, in attesa di non ammalarci, in attesa degli incontri determinati da altre vite dal collo in su che dagli schermi dl...
21. maggio 2020
ci tocchiamo senza toccarci ci guardiamo senza vederci ci parliamo senza parole
13. marzo 2020
11. febbraio 2018
Sono qui perché questo è un posto dove stare